Gluteoplastica/Popliteoplastica - Dott. Antonio Bellino

Dr. Antonio Bellino
Medicina e Chirurgia Estetica
AntiAging - Nutrigenomica - Trichiatria
Vai ai contenuti
GLUTEOPLASTICA E POPLITEOPLASTICA
 
Cosa  sono?
Sono interventi che si propongono di rivolumizzare e riarmonizzare i glutei o i polpacci. Possono essere effettuati con protesi o con grasso autologo. Possono essere effettuati o meno in combinazione temporale.
L’impianto di protesi a livello gluteo o popliteo (più correttamente e rispettivamente definite gluteoplastica e popliteoplastica protesica) si avvale di specifiche protesi che hanno caratteristiche specifiche e ben diverse da quelle ad esempio utilizzate per la rivolumizzazione mammaria.
Tali distretti possono essere riarmonizzati anche mediante lipofilling, ovvero iniezione di grasso prelevato con liposuzione da altri distretti e posizionato lì dove desiderato. In questo caso ovviamente non si parla più di gluteoplastica o popliteoplastica protesica, in quanto non si ricorre all’uso delle stesse.
La scelta dell’una o dell’altra tecnica, dipende da vari fattori che vengono analizzati a tavolino con il paziente.

Chi può essere sottoposto all’intervento?
Candidabili all’intervento sono coloro che per costituzione, per esiti traumatici, per esiti di interventi pregressi o per il progredire degli anni, desiderano riarmonizzare e rivolumizzare le zone in esame. Non si ravvede un vero e proprio limite di età. Ovviamente una buona valutazione chirurgica ed una corretta anamnesi, sulla scorta della storia clinica del paziente e del suo stile di vita, permetteranno di indirizzarlo al riguardo nel migliore dei modi, analizzando pro e contro dell’una o dell’altra tecnica ( protesi vs lipofilling) a seconda del caso in esame.

Che anestesia viene praticata? Quanto dura l’intervento e cosa fare dopo?
Se si porta per gli impianti protesici si pratica una anestesia generale, il che comporta la degenza di una o due notti.
Per la rivolumizzazione tramite lipofilling si può scegliere anche una anestesia loco-regionale in sedazione ( ovvero si resta svegli ma senza sentire dolore )  e quindi eseguirla in regime di day hospital.
L’intervento a seconda dell’approccio ha una durata variabile da una a circa due ore e mezza.
Il periodo post-operatorio consta delle prime 48 ore di riposo. A 72 ore può essere ripresa la vita quotidiana senza attività fisica o sforzi; dopo 7-10 gg può essere ripresa la normale attività lavorativa a patto che non comporti sforzi eccessivi. Dopo un mese si riprende la vita di sempre. Sarà ovviamente il chirurgo a definire poi - caso per caso - via via durante i controlli il da farsi e come comportarsi .

Quali cicatrici vedrò dopo?
In caso di gluteoplastica protesica, vi sarà un’unica cicatrice piccola che decorrerà in sede interglutea, ovvero tra le natiche e sarà quindi del tutto non visibile. In caso di popliteoplastica protesica la cicatrice cadrà a livello della piega del ginocchio, posteriormente; anche essa quindi relativamente visibile.
Se si opta per il lipofilling le uniche cicatrici - che si rederanno poi del tutto inevidenti - saranno quelle di pochi millimetri in corrispondenza degli accessi delle cannule in sede di prelievo del grasso ( addome , fianchi, interno cosce etc) e di iniezione dello stesso.

Quali sono i rischi connessi all’intervento?
Dipendono ovviamente dalla storia clinica del paziente, dall’equipe a cui ci si affida nonché dalla struttura in cui si opera. Eventi come quelli connessi a qualsiasi altro intervento chirurgico come infezione, sieromi, ascessi, parestesie o problemi di sciatalgia quali quelli connessi più elettivamente all’impianto di un protesi glutea sono cmq eventi rari.
In caso di protesizzazione bisogna mettere eventualmente in conto la possibilità di formazione nel corso degli anni ( orientativamente anche fino a 10 anni ) di una capsula peri-protesica che potrebbe comportare fastidi e consequenziale sostituzione protesica. Nel caso si ricorra al lipofilling bisogna considerare invece l’eventuale riassorbimento di una parte del grasso iniettato.

Dr. A. Bellino
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


 
Torna ai contenuti