BIORIVITALIZZAZIONE - Dott. Antonio Bellino

Dr. Antonio Bellino
Medicina e Chirurgia Estetica
AntiAging - Nutrigenomica - Trichiatria
Vai ai contenuti
LA BIORIVITALIZZAZIONE

Cosa è:
La biorivitalizzazione nota anche come biostimolazione o rivitalizzazione è un trattamento mesoterapico antiage, volto cioè a prevenire ed arginare i segni dell'invecchiamento cutaneo, ridonando alla pelle tono, compattezza ed idratazione.                                                                                          
Come viene eseguita:                                                     
Essa consiste nella somministrazione di sostanze biocompatibili e riassorbibili iniettate con aghi sottilissimi ed atraumatici a livello del derma. Le punture da praticare possono essere più o meno numerose a seconda dei casi.
Per il raggiungimento ed il mantenimento ottimale del risultato, il trattamento va articolato in cicli, ognuno composto da più sedute ( in media 1 o 2 al mese con intervalli che si definiscono sulla scorta del prodotto utilizzato a cui possono seguire sedute di mantenimento una volta ogni 2-3 mesi circa).
 
Quali zone si possono trattare:
Le zone da trattare possono includere il viso, le mani, il collo, il décolleté, l’interno cosce, la pancia etc.
Il trattamento è altamente personalizzabile in base alle esigenze del paziente.
Esso permetterà di stimolare la ristrutturazione cellulare ( inducendo la produzione di nuove fibre di collagene ed elastina ), proteggere l'organo cute dai radicali liberi che si accumulano nel tempo o donare una più profonda idratazione. Il che si traduce inoltre in una attenuazione delle rughe sottili ed in parte di quelle più profonde.

Prima della procedura:
Durante la prima visita si valuteranno attentamente specifiche problematiche del paziente in modo da intraprendere il miglior percorso terapeutico sia attraverso la scelta di mirati principi attivi sia, se necessario, attraverso l’associazione di integratori orali volti a supplire eventuali carenze riscontrate.
Qualora inoltre il paziente lo desideri, si potrà ricorrere all’esecuzione di mirati test genetici (Medicina Anti-Aging e Nutrigenomica) che permetteranno di valutare in maniera mirata ed approfondita le cause dell’ individuale invecchiamento cutaneo, portando quindi a scelte terapeutiche ancor più personalizzate.
Poco prima della seduta potrebbe rendersi necessaria l' applicazione di creme anestetiche locali sulla regione da trattare.

Durante la procedura:
Vengono effettuate microiniezioni superficiali, nel derma, secondo varie tecniche ( picotage, cross-linked) scelte dal medico.    

Dopo la procedura:
Dopo il trattamento potrebbero insorgere dei piccoli pomfi eritematosi che dopo qualche giorno andranno via .In casi di soggetti in cui il rossore perdura più a lungo si consigliano creme lenitive. Potrebbero rendersi visibili inoltre delle piccole ecchimosi per il microtraumatismo legato all'ago. Anche esse si riassorbiranno entro pochi giorni. E' preferibile inoltre dopo la procedura l'applicazione di creme fotoprotettrici ( SP 50+ ).  A seconda dei casi, già alcuni giorni dopo la terapia, la cute apparirà più luminosa, tonica , idratata e distesa. Tale effetto si manifesta ancor più palesemente dopo il primo mese circa e perdurerà a seconda dei casi circa 4-5 mesi.

Le controindicazioni:
La terapia non è consigliabile in pazienti in stato di gravidanza, allattamento, patologie autoimmunitarie o uso di farmaci immunosoppresori ed è controindicata nelle dermatiti locali, infezioni virali , batteriche o micotiche in corso nella zona da trattare o allergie alle sostanze da iniettare.


Torna ai contenuti